Home

La nascita negli anni '20

In aprile del 1920 nasce la prima Fiera Campionaria, 1200 espositori di cui 256 esteri. Viene organizzata a Milano sui Bastioni di Porta Venezia per iniziativa di otto imprenditori. Solo due anni dopo, con Regio Decreto di Vittorio Emanuele III del 1° luglio 1922, viene costituito l'Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano. Nel 1923 Fiera Milano si trasferisce nell’antica Piazza delle Armi. L'area, allora periferica, viene acquistata dall'Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano e ospiterà la Fiera fino al trasferimento degli uffici e della maggior parte degli spazi espositivi nel nuovo quartiere di Milano-Rho, nel 2006.
 
 
Il dopoguerra
La crescita di Fiera Milano si ferma negli anni del fascismo e i padiglioni subiscono rilevanti danni nel corso della seconda guerra mondiale. Ma l'attività riprende rapidamente nel dopoguerra. Ricostruito il quartiere distrutto dai bombardamenti, viene realizzato il grande palazzo delle Nazioni (Palazzo Cisi), per ospitare le delegazioni ufficiali. Il 12 settembre 1946 la Fiera Campionaria Internazionale inaugura la nuova Fiera Milano, ricostruita dopo i pesanti bombardamenti subiti nella seconda guerra mondiale. Con l'adesione dell'URSS nel 1951 Fiera Milano diventa, in piena guerra fredda, il punto di incontro commerciale tra Est e Ovest.
 
Il boom economico
Anni '60 e '70: la Fiera Campionaria di Milano diventa un volano decisivo del boom industriale italiano, affermandosi all'estero come la vetrina più nota e prestigiosa del Made in Italy. 1985: la Fiera Campionaria lascia spazio alla grande Fiera d'Aprile, che segna il passaggio dell'attività espositiva dalla formula della mostra campionaria a quella delle manifestazioni settoriali specializzate.
 
 
Gli anni '90
Nel 1997 vengono aperti i tre nuovi grandi padiglioni dell’area Portello, che incrementano di 74mila metri quadrati lordi la superficie espositiva di Fiera Milano, portandola a 348mila metri.
 
La svolta del 2000
L'Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano si dota di un nuovo statuto, in cui si riconosce Fondazione. La Fondazione Fiera Milano è proprietaria degli immobili e dei marchi, ma non esercita attività operative che affida alla controllata Fiera Milano Spa, che diventa responsabile della gestione degli spazi espositivi e congressuali e dell’erogazione dei relativi servizi.
Fiera Milano Spa prende in affitto da Fondazione strutture e ramo d'azienda e opera come società di servizi, in una logica di efficienza e profitto.
 
La Borsa
Nel dicembre 2002 Fiera Milano SpA viene ammessa alla quotazione a Borsa Italiana, segmento STAR. Fiera Milano amplia il suo raggio di azione attraverso l’acquisizione di importanti organizzatori di manifestazioni ed estende la gamma di servizi offerti in ambito di allestimenti, ristorazione, editoria tecnica e internet. 
 
 
 
 
Il nuovo quartiere
Viene inaugurato il 31 marzo il nuovo quartiere di Fiera Milano, che si trasferisce nell’hinterland milanese con un complesso di 345mila metri quadrati espositivi. Del quartiere cittadino restano in attività alcuni padiglioni. Gli operatori ne apprezzano subito funzionalità e flessibilità degli spazi,  servizi tecnologici capillarmente distribuiti, ottima logistica e facile accessibilità.
 
L’accordo con Deutsche Messe
Nel 2008 viene avviato un processo di internazionalizzazione con la sottoscrizione di una joint venture extra Europa con Deutsche Messe, proprietaria del quartiere di Hannover. Negli anni seguenti Fiera Milano acquisisce primari organizzatori fieristici in Brasile, Sud Africa e Cina. 
 
Apre i battenti il MiCo - Milano Congressi
Il più grande e moderno centro congressuale in Europa capace di accogliere fino a 18.000  persone gestito da Fiera Milano Congressi e realizzato da Fondazione Fiera Milano, tramite la riconversione di parte di fieramilanocity, apre nel 2011. 
 
 
EXPO 2015
L’Esposizione Universale di Milano, di cui Fiera Milano è stato Official Partner for Operations, si dimostra un successo. Il Gruppo Fiera Milano ha fornito servizi di allestimento, logistica, gestione delle strutture sia alla società Expo 2015 che ad alcuni Paesi partecipanti all’evento. 
 
L’aumento di Capitale Sociale
Negli ultimi mesi del 2015 Fiera Milano avvia un aumento di capitale a pagamento, che si è concluso positivamente nel mese di gennaio 2016 con la sottoscrizione del 95,6% del totale della azioni in offerta per un controvalore di 66,8 milioni di euro. Il mercato ha premiato Fiera Milano, dimostrando di credere nell’azienda e nelle sue prospettive di sviluppo.
 
 
 
 


Fotogallery